iPhone 5S, iPhone 5C ed iPhone 5: scoprite come è facile perdere la garanzia

Condividi questo articolo!
1

Il codice del consumatore, in vigore ormai da diversi anni, offre ai possessori di qualsiasi bene mobile una garanzia sul suo acquisto. In pratica, quando andiamo a comprare un qualsiasi oggetto, grazie alla conservazione dello scontrino fiscale, saremo garantiti per due anni sul fatto che il prodotto può essere riparato o sostituito a costo zero qualora si verificasse un malfunzionamento dovuto a negligenza da parte della ditta produttrice. In altre parole: se abbiamo un problema che non possiamo aver causato noi (quindi se lo schermo è rotto, ad esempio, è difficile averlo trovato rotto in confezione e averlo restituito un anno dopo, difficilmente la garanzia varrà…) chi lo produce è tenuta a ripararlo o, in caso sostituirlo.

I problemi che causano malfunzionamento possono essere molti e di vario genere, ma ce n'è uno che è praticamente impossibile sia dovuto alla produzione o alla distribuzione: il contatto con i liquidi. Se il nostro iPhone è venuto a contatto con i liquidi, generalmente è perché è caduto in acqua a noi, quindi Apple non lo riparerà gratuitamente nonostante sia meno di due anni che lo abbiamo acquistato. Ma come fa Apple a sapere se il nostro telefono è venuto a contatto con i liquidi?

Semplice, all'interno del telefono c'è un sensore che lo svela, un piccolo pallino bianco che diventa rosso se il telefono viene a contatto con qualche liquido. Il problema è rappresentato da dove Apple ha messo questo sensore nell'iPhone 5, iPhone 5C ed iPhone 5S: nel vano SIM. In pratica, se togliete la SIM dall'iPhone, vedrete un piccolo pallino bianco. Molti proprietari che tengono al proprio telefono utilizzano spray o liquidi per pulirlo e lucidarlo: dobbiamo fare attenzione a compiere queste manovre, prima di tutto perché rischiano di compromettere il normale funzionamento del telefono, secondariamente perché anche una singola goccia di liquido che entra nel vano SIM, anche se non fa danni, fa cambiare colore al sensore. Immaginiamo di riscontrare un problema qualche mese dopo, indipendente dal liquido, e mandare l'iPhone in assistenza: il sensore sarà rosso, e per loro il vostro iPhone è caduto in acqua e non avrete diritto alla garanzia.

Fate molta attenzione, quindi, visto che una stupidaggine come questa potrebbe far decadere la garanzia del vostro iPhone.

 

Un commento dal blog

  1. Leo scrive:

    Uhm… Piano con queste notizie, personalmente ho avuto un problema al 4s, sono andato in Apple store e ad un primo esame l’addetto ha riferito che la cartina tornasole (o quello che è) in fondo alla presa cuffie era rossa e che il mio iphone si era bagnato. Io ho risposto che non mi risulta che si sia mai bagnato allora è andato in laboratorio per un esame più approfondito, tempo cinque minuti di aprirlo, è tornato e mi ha detto che “no, probabilmente è stata solo una goccia di pioggia…” e me l’ha cambiato. Il numero di queste specie di cartine se non sbaglio ammonta a sette sparse in tutto il dispositivo e per invalidare la garanzia penso che se ne debba bagnare ben più di una.

Lascia un commento

Scrivi la tua opinione riguardo l'articolo "iPhone 5S, iPhone 5C ed iPhone 5: scoprite come è facile perdere la garanzia"

© 2013 iPhonari.it  -  P.IVA IT10463580018  -  Chi siamo   Privacy   Contatti