Apple modifica i Termini e Condizioni di iTunes: addio a Ping

Condividi questo articolo!
0

Dopo il rilascio di iTunes 11 Apple ha dovuto apportare delle modifiche anche ai Termini e Condizioni dell’iTunes Store, cambiando alcuni aspetti e ponendo definitivamente fine al discorso Ping. Innanzitutto le modifiche si basano su delle regole d’uso molto elementari e ovvie, ma che necessariamente vanno inserite nei disclaimer di ogni prodotto, così come quello di iTunes.

La prima riguarda le Regole d’Uso dell’iTunes Store, che son state modificate per avvisare l’utente che i noleggi dei film devono essere interamente scaricati entro 30 giorni: così facendo si evitano possibili polemiche circa un noleggio scaduto nel decorrere di 60 giorni e che potrebbe portare a problematiche legali tra il consumatore e il fornitore. Sono stati rimossi anche tutti i riferimenti a Ping, che quindi cessa definitivamente di esistere e viene eliminato anche come parola all’interno di un semplice documento: il servizio oramai non esiste più, pertanto iTunes lo saluta definitivamente. Rimossi anche i riferimenti a Completa l’Album, dato la precedente limitazione temporale al completamento di alcuni album non si applica più e anche tale applicazione è caduta in disuso. Insomma la più importante delle modifiche risiede sicuramente in Ping, che abbandona la scena dopo una vita non proprio piena di successi.

Lascia un commento

Scrivi la tua opinione riguardo l'articolo "Apple modifica i Termini e Condizioni di iTunes: addio a Ping"

© 2012 iPhonari.it  -  P.IVA IT10463580018  -  Chi siamo   Privacy   Contatti